OSTEOPATIA

L'Osteopatia è una terapia manuale, complementare alla medicina classica e si occupa principalmente dei problemi strutturali e meccanici di tipo muscolo-scheletrico e delle alterazioni funzionali dei visceri e del sistema craniosacrale.

L’Osteopatia, grazie proprio ai principi su cui si basa, interviene su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano, alla donna in gravidanza.

Obiettivo dell'osteopatia è di ripristinare la fisiologica mobilità delle strutture corporee in modo da consentire un miglioramento della circolazione sanguigna, affinché il corpo ritrovi un corretto equilibrio omeostatico.

 

1 - Indicazioni Meccaniche

In conseguenza di un esame obiettivo durante il quale è rilevata una disfunzione strutturale, poiché normalizza le articolazioni, i muscoli ed i legamenti. Il trattamento osteopatico è quindi indicato nel trattamento delle patologie meccaniche quali:

dolori e disfunzioni, con o senza irradiazioni, della colonna vertebrale come sciatiche, cruralgie, lombalgie, lombo-sciatalgie, nevralgie intercostali, dorsalgie, cervicalgie, nevralgie cervico-brachiali, torcicollo, ecc.

dolori e disfunzioni di tutte le articolazioni degli arti come distorsioni, tendiniti, restrizioni di mobilità, "reumatismi" ecc.

 

2 - Indicazioni Cranio-Mandibolari

Il trattamento osteopatico è indicato per il trattamento di dolori e disfunzioni come mal di testa, emicranie, oppure di patologie di carattere ortodontico e dell'articolazione temporomandibolare. Nel caso di  nevralgie facciali e problematiche degli occhi e di alcuni tipi di vertigini, sinusiti, le affezioni craniche dei bambini piccoli legate al parto (torcicollo miogeno, plagiocefalia).

 

3 - Indicazioni Viscerali

Il trattamento osteopatico può essere indicato per disfunzioni viscerali in quanto i visceri possiedono una mobilità intrinseca o pure possono essere mobilizzati dalle strutture muscolari e fasciali con le quali possiedono un collegamento strutturale. Una disfunzione viscerosomatica può essere generata da una disfunzione somatica della colonna vertebrale, oppure da una disfunzione del viscere. Questo perché visceri e strutture articolari e fasciali sono tra loro connesse da sistemi neurologici, così problemi quali coliche epatiche, cattiva funzionalità della colecisti, gastrite, colite, diarrea, stipsi, cistite, certe forme di sterilità così come i problemi legati al ciclo mestruale possono trovare rimedio nell'osteopatia.

 

Esistono diverse tipologie di tecniche che l’osteopata ha a propria disposizione per curare le disfunzioni del corpo umano:


Trattamento osteopatico generale (TGO):
È costituito da manovre di trazione e rilasciamento delle strutture articolari e dei muscolari. Gli ottenibili sono sia di tipo meccanico che biochimici, perché tale tecnica stimola il corretto scambio di fluidi all'interno delle strutture trattate.


Manipolazioni articolari:
Consistono in tecniche dirette articolari o attraverso l'attivazione muscolare (tecniche ad energia muscolare) per correggere le posizioni spaziali disfunzionali delle articolazioni secondo i loro assi di movimento. Hanno una forte influenza neurologica, oltre che meccanica.


Manipolazioni viscerali:
Tecniche che consento di stimolare l’organo verso una corretta funzione (digestiva, di assorbimento o di espulsione) sia in un ambito più meccanico sia in ambito biochimico ristabilendo la fisiologica mobilità e la motilità di un organo. .


Tecniche craniali:
Tecniche osteopatiche che agiscono prevalentemente sul movimento delle ossa craniche, agendo quindi a livello osseo, nervoso, meningeo e del liquor cefalorachidiano.